Il 25 agosto del 1960 si aprirono a Roma i Giochi della XVII Olimpiade, che durarono sino all’11 settembre

Roma si aggiudicò i Giochi Olimpici il 15 giugno del 1955, dopo che dovette rinunciare a quelli del 1905 a causa dell’eruzione del Vesuvio. La fiamma olimpica attraversò l’Egeo e la Magna Grecia richiamando alla memoria i campioni dell’antichità e il bel tempo permise agli atleti di ottenere degli ottimi risultati, con il raggiungimento di primati olimpici e mondiali. Furono iscritti oltre 5.000 atleti e la Nazioni partecipanti furono 84. L’URSS vinse 43 medaglie d’oro, seguito dagli Stati Uniti che ne vinsero 34. L’Italia invece conquistò 13 medaglie d’oro, 10 d’argento e 13 di bronzo. In quell’edizione dei Giochi Olimpici si distinse particolarmente il grande atleta Cassius Clay che vinse la medaglia d’oro nei pesi mediomassimi della boxe.