Il 24 gennaio del 1965 si spense all’età di 91 anni il politico, storico e giornalista britannico Winston Churchill. 

Noto statista, oratore e stratega, Churchill è conosciuto principalmente per essere stato primo ministro del Regno Unito durante la Seconda Guerra Mondiale, dal 1940 al 1945 e successivamente dal 1951 al 1955. Fu anche ufficiale dell’esercito britannico e durante la sua carriera combatté in Sudan nella battaglia di Omdurman e in Sudafrica durante la seconda guerra boera, dove raggiunse la fama come corrispondente di guerra. Sulla scena politica per quasi 60 anni, ricoprì numerose cariche politiche e di governo. Durante la Prima Guerra Mondiale fu Primo Lord dell’Ammiragliato, Ministro delle Munizioni, Segretario di Stato per la Guerra e Segretario di Stato per l'Aviazione. Nella Seconda Guerra Mondiale, come Primo Ministro, guidò la Gran Bretagna alla vittoria contro le Potenze dell’Asse e i suoi discorsi furono fonte di grande ispirazione alle forze alleate impegnate in combattimento. Churchill fu inoltre un autore prolifico e nel 1953 vinse il Premio Nobel per la letteratura grazie ai suoi rinomati scritti politici. Si ritirò dalla scena politica nel 1955 e alla sua morte la Regina gli concesse gli onori del funerale di stato, che furono trionfali.