Il 16 luglio del 1979, Saddam Hussein assunse la carica di Presidente dell'Iraq, rilevando Ahmed Hasan Al-Bakr ritiratosi per presunti motivi di salute

Pare che, anche se non sussistono prove certe, Saddam avesse obbligato Al-Bakr a dimettersi sotto la minaccia di una rimozione forzata. Poco tempo dopo fece uccidere tutti i membri più influenti e anziani del Ba’th con l’accusa di spionaggio e i nuovi membri furono uomini del tutto proni al volere di Saddam, destituendo quindi di qualsiasi logica l’accusa di orientamento anti-democratico fatta più tardi al partito. Saddam Hussein è stato il presidente dell’Iraq fino al 2003, quando è stato deposto dall’invasione anglo-americana e in seguito giustiziato per impiccagione il 30 dicembre del 2006.